ROMANZI 2.0

2 febbraio 2014

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

Filed under: Francesca Toppino — artistico Buniva @ 19:17
Tags: ,

La storia raccontata in questo libro è ambientata in una delle cittadine londinesi dell’800, cittadine talmente industrializzate che vi era un degrado sia ambientale che umano.
La storia d’amore tra la protagonista Connie e Mellors fa intendere al lettore che una relazione fra due persone può funzionare bene solo se in essa sono presenti sia l’affetto che la passione. Se si è privi di uno dei due sentimenti la relazione finirà come quella di Connie e Clifford, che inizialmente erano uniti da interessi comuni e amavano stare insieme intellettualmente, ma la privazione dell’atto sessuale spense quella “fiamma” che inizialmente c’era tra i due, finendo per odiarsi a vicenda. Mentre nel caso di Mellors e la sua ex moglie era il contrario: il loro rapporto basato solo sulla passione li portò a non sopportarsi più, litigavano sempre e anche loro cominciarono ad odiarsi. La relazione tra Connie e Mellors è invece l’unione dei due sentimenti: subito iniziata solo come attrazione fisica è poi sfociata in un sentimento d’amore che ha unito due anime sole e infelici, dando loro quella felicità che desideravano da sempre,  ma che mai avrebbero pensato di ottenere.

Francesca Toppino

Annunci

29 ottobre 2013

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

Filed under: Mabel Bodi — artistico Buniva @ 22:56
Tags: ,

Constance (Connie) è una giovane donna della media  borghesia scozzese che nell’ 800, nel bel mezzo della rivoluzione industriale in Inghilterra,  vive un periodo della sua vita in cui tutto le sembra grigio e freddo: la triste cittadina di Tevershall, le miniere di carbone di Stacks Gate e la stessa residenza di Wragby dove lei ricopre il ruolo di Lady Chatterley. Anche la relazione con suo marito, l’aristocratico intellettuale Sir Clifford, diventato paraplegico in seguito ad una ferita di guerra, si riduce ad un rapporto privo di calore umano, basato esclusivamente sulla ‘vita della mente’. Così Connie si ritrova a vivere una vita tranquilla e agiata ma priva di vitalità, che dedica completamente alle cure del marito. Il trascurare se stessa e i suoi bisogni la trascinerà in uno stato di depressione, da cui riuscirà ad uscire solo grazie all’ amore e alla passione; riscoprirà la voglia di vivere una vita fatta di cose semplici e vere che la aiuteranno  a ritrovare se stessa e la sua felicità.

Mabel Bodi

16 marzo 2011

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di D. H. Lawrence

Filed under: Enrica Perrot — artistico Buniva @ 09:46
Tags: ,

“L’Amante di Lady Chatterley” è un romanzo scritto da David H. Lawrence nel 1928. Il romanzo narra la storia di Constance, “Connie”, una donna dolce e sensibile, sposata in virtù di un matrimonio combinato dal padre con l’aristocratico Sir Clifford, un uomo molto raffinato e intelligente, rimasto paralizzato durante il primo conflitto mondiale. Nella coppia si instaura un profondo legame intellettuale e affettivo, che porterà la donna ad occuparsi in modo sincero ed esclusivo del marito e della sua condizione, mettendo in secondo piano se stessa. Nonostante la forte intesa, nella coppia non ci fu mai un fisico e intimo contatto. Proprio per questa ragione quando Connie incontrò Mellors, il guardiacaccia della tenuta, un uomo semplice dai modi bonari e istintivi, con un corpo magro e agile tipico di un lavoratore, instaurò con lui una travagliata relazione improntata su di un amore fisico e carnale, in contrapposizione al suo ordinario rapporto coniugale. Il loro amore porterà la coppia a combattere contro barriere sociali pur di continuare ad inseguire la loro passione.

Il romanzo è caratterizzato da una continua introspezione psicologica degli stati d’animo dei personaggi, e l’autore analizza soprattutto le riflessioni e il punto di vista della protagonista. Lawrence tratta in particolar modo il tema della sessualità attribuendo ad essa un ruolo necessario per la vita umana; la protagonista, infatti, sente l’impulso naturale di perseguire e scoprire questa nuova esperienza. L’autore conferisce alla sessualità scopi e finalità che vanno oltre l’ambito riproduttivo e che perciò si slegano radicalmente dai codici morali del tempo. L’erotismo nel romanzo è trattato come un fattore spirituale, ma soprattutto come fattore di crescita psicologica individuale, in cui ogni singolo può realmente conoscere se stesso venendo a contatto con la parte più incontaminata, istintiva, e non corrotta dell’animo umano. L’autore inoltre propone un nuovo ruolo ante litteram della donna nella società, ponendo al centro della vicenda la sessualità femminile, argomento al tempo celato e sottoposto a scarsa o nulla attenzione. Secondo il mio parere l’autore non è però riuscito a rappresentare a pieno il pensiero femminile, infatti, molto spesso emerge con evidenza la presenza del punto di vista maschile dell’autore; la sensibilità della donna, le riflessioni personali appaiono, così, di stampo maschile. Il romanzo vuole trasmettere l’importanza della sessualità nella vita umana come esperienza di formazione e crescita, indispensabile per condurre una vita completa. L’importanza del lavoro di Lawrence sta sicuramente nell’aver dato valore e trattato argomenti, quello legato alla condizione femminile e quello legato alla sessualità, al tempo marginali.

Enrica Perrot

9 gennaio 2010

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

Filed under: Susanna Bertolucci — artistico Buniva @ 17:04
Tags: ,

Questa storia mi ha colpito perchè parla di una donna che si ribella e si oppone alle regole della borghesia e di “etichetta”; la cosa che mi è piaciuta è il coraggio di questa donna di non arrendersi nel cercare qualcosa di diverso per la sua vita. Infatti lei cerca qualcuno, un uomo con cui costruire qualcosa. La cosa che più mi è piaciuta è appunto il fatto che lei non si adagi al contesto in cui è, come invece hanno fatto e fanno tante donne tutt’ora, ovvero non si “ribellano”, in certi casi anche per paura. Mentre lei cerca di cambiare la sua situazione anche non stando sotto al potere maschile.

Parla di una donna che, anche se suo marito è rimasto ferito, non rinuncia all’amore, sia spirituale che fisico, e questa era una cosa mal vista all’epoca. Inoltre l’autore mette a confronto due diversi ceti sociali, la borghesia e il popolo, e fa vedere che, nonostante fosse una cosa vietata all’epoca, l’amore e l’attrazione non tengono conto della posizione sociale.

Susanna Bertolucci

14 novembre 2009

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

Filed under: Alessia Bauducco — artistico Buniva @ 23:51
Tags: ,

“L’amante di Lady Chatterley”, romanzo stupendo, mi ha completamente permesso di entrare nelle menti dei personaggi: ho apprezzato le descrizioni accurate e la precisa capacità di Lawrence di far emergere il sentimento di Lady Chatterly di voler scappare da quel mondo, da quella sua prigione dorata, monotona.

Lawrence racconta di questa giovane signora legata strettamente a suo marito menomato dalla guerra. Lei sente il dovere di stare affianco a Clifford, ma a suo scapito, in questo modo rovinando la vita solo a se stessa; questo le viene fatto notare più e più volte, ciò nonostante lei nopn lo abbandona.

Costance Chatterley, detta Conny, si innamora di due altri uomini: Michaelis, conosciuto per caso grazie a suo marito, dal quale poi però decide di allontanarsi; poi un secondo uomo, il guardiacaccia della loro residenza, Mellors, un’uomo non troppo sicuro di sé, chiuso nella sua solitudine, dopo una relazione finita male con la moglie.

Conny è una ragazza molto intelligente, ma allo stesso tempo un po’ debole, forse proprio a causa di questo suo distacco dalla vita per seguire il marito. La donna si rende conto di amare il guardiacaccia e tra loro nasce una storia d’amore, che un giorno sarà costretta a saltar fuori. Conny decide di divorziare dal marito: sa di non amarlo già da molto ormai, ma la sua scelta verrà determinata da una gravidanza, ciò che lei ha sempre sognato con l’uomo della sua vita, Mellors.

Un’altra parte interessante di questo libro è la capacità dell’autore di passare da un sentimento come l’amore o la passione ad una descrizione di vuoto che circonda il tutto, o alla descrizione di ciò che le miniere causano all’ambiente circostante.

Alessia Bauducco

6 settembre 2009

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

Filed under: Morena Amparore — artistico Buniva @ 17:24
Tags: ,

E’ un romanzo “fallico”, come diceva Lawrence , in cui uomo e donna vengono messi a confronto. Questo libro racconta uno scandalo, cioè l’amore di Connie, Lady Chatterley, verso un guardia caccia. Un amore “fuori dalle regole”, poichè Connie era sposata con Sir Clifford.

Clifford era un uomo interessato solo al successo, alla “dea-cagna”; per Connie lui non sapeva mantenere vivo niente, era troppo libero, isolato e non amava essere un “bagaglio con etichetta”. Lui credeva solo nella vita intellettuale, per lui l’amore e le donne non avevano un significato. Il  matrimonio  tra lui e Connie, quella vita completa e basata sulle abitudini dell’intimità, stava diventando, col passare del tempo, completamente vacuo e nullo.

Michaelis Clifford poteva dare a Connie la più bella vita che potesse desiderare, ma Connie non provava nessuna sensazione in tutte quelle parole,sentiva solo l’odio verso la dea -cagna.

Le parole amore, casa, marito, moglie, padre, felicità, gioia erano paroloni, senza più un significato per Connie. A suo parere gli uomini non avevano un vero interesse verso le donne, essere erano considerate solo oggetti.

L’unico vero pensiero di Connie era avere un figlio, ma nessun uomo che conosceva le avrebbe dato questo, quindi lei continuava a cercare un vero uomo con cui vivere veramente. Poi conobbe Mellors, un uomo chiuso, freddo. All’inizio tra i due ci fu dell’odio, mentre Connie cercava di avvicinarsi lui si allontanava, voleva restare solo, anche se in realtà provava dei sentimenti verso di lei.

Lui aveva paura, perchè i contatti che aveva avuto in passato gli avevano lasciato una ferita profonda. Ci volle un po’ di tempo e poi i due iniziarono ad avere dei rapporti intimi, finchè Connie decise di divorziare da Clifford per risposarsi con Mellors ed avere così la vita che desiderava.

Morena Amparore

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

Filed under: Martina Morello — artistico Buniva @ 15:33
Tags: ,

E’ la storia di una donna il cui nome è Connie, che si sposerà con un certo signor Chatterley. La loro storia era molto affiatata e passionale fino a quando però lui non tornerà invalido dalla guerra. Prima del matrimonio Connie era una donna a cui piaceva provare nuove esperienze tra cui la passione, il sesso, ma sopratutto l’attrazione mentale. Ora, dopo l’incidente del marito che lo vedrà vivere per sempre su di una sedia a rotelle, Connie si accorge che le manca la propria attività sessuale, il proprio piacere intimo. Attraverso tradimenti riscoprirà tutte queste cose, ma sarà una gravidanza avuta con uno di questi uomini a farle prendere la decisione di divorziare dal signor Chatterley.

E’ un libro molto coinvolgente e molto poetico; io non l’ho tovato per niente volgare, e fa capire come l’amore di quest’uomo ormai paralizzato a vita riesca a far sì che la sua amata possa avere un figlio con un’altro uomo.

Martina Morello

2 settembre 2009

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David H. Lawrence

Filed under: Samiana Gorni — artistico Buniva @ 23:13
Tags: ,

Cosa succede ad una donna annoiata di suo marito? Ce lo racconta David H. Lawrence in questo romanzo intitolato “L’amante di Lady Chatterley”, edito nel  1928 in Inghilterra ma pubblicato inizialmente a Firenze. Quest’ opera ha avuto difficoltà ad integrarsi nella moralità del tempo, recando uno scandalo, in quanto era considerato un libro alquanto osceno e provocò giudizi negativi nei confronti dello scrittore.  Quest’ultimo fu portato davanti al giudice in Gran Bretagna, ma fu assolto grazie alla libertà di parola, e così il libro fu accettato nel mondo.

La storia si basa sulla vita di una giovane e bella donna borghese di nome Costance Chatterley, di suo marito eroe di guerra che sfortunatamente perse l’uso di entrambe le gambe durante una battaglia, e dell’amante della Lady, Mellors, un uomo sapiente ma facente parte della classe lavoratrice.

Il racconto inizia con la storia dell’adolescenza di Costance e di sua sorella, dove conobbero i primi amori, la libertà e il sesso. Connie poi si sposò con un bell’uomo nobile di nome Clifford, proprietario terriero con una casa nel Midlands, ma tornato dalla guerra paraplegico non poté soddisfare i desideri sessuali della ragazza, cominciando così un lento declino del loro rapporto, in quanto la Lady si sentiva obbligata a stargli vicino e ad amarlo, ma non ci riusciva.

Clifford si accorse di questa incrinatura del loro rapporto, e non volendo che lei l’abbandonasse, cominciò a fargli promettere di restargli sempre accanto finché non gli propose di far un figlio con un’altro uomo. Lei subito rimase titubante sull’argomento fin quando non conobbe il guardacaccia di nome Mellors, il quale inizialmente sembrava la infastidisse, ma successivamente iniziarono ad avere sentimenti più forti l’uno per l’altra, riscoprendo sentimenti dimenticati, come l’affetto, l’amore e la tristezza.

Connie rimase incinta ma, non volendo più tornare da Clifford, per restare col suo guardacaccia richiese il divorzio, che per i primi momenti non gli fu concesso dal marito. Quando finalmente gli fu dato il permesso, ebbe l’obbligo di star lontana dal suo amato, in quanto non poteva avere un’altra relazione prima di un paio di mesi. Nel frattempo Mellors trovò lavoro in una fattoria, e si dette da fare per creare il suo nuovo focolare aspettando con ansia Costance.

Un libro pieno di emozioni, romantico, erotico ma che vale la pena di leggere: racconta una bella storia di sentimenti contrastanti fra loro, dell’amore tra la classe operaia e quella borghese, e di quanto si è disposti ad andare contro i pettegolezzi altrui.

Samiana Gorni

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

David Herbert Laurence nacque in Inghilterra nel 1888 e morì in Francia nel 1930. Il libro venne pubblicato in inglese nel 1928 da un editore fiorentino, ma venne varie volte sequestrato per oscenità, fino al 1960.

Il romanzo descrive la vita di una donna costretta a vivere una vita di castità dopo la tragedia che successe a suo marito nella prima guerra mondiale, e questo la costringe a trovarsi un amante valido che riesca a farla sentire viva in tutto il suo essere di donna.

La descrizione cosi minuziosa e le parole che lo scrittore usa per raccontare la storia di questa donna segnano un passo nuovo nella cultura e nella società di quegli anni; sono davvero molto “piccanti”, tanto da intimidire, visto che un tempo non si trattavano questi argomenti così apertamente, perché era ritenuto un tabù.

Comunque la narrazione contiene scene davvero belle, emozionanti e tristi allo stesso tempo, a cui fa da cornice un ambiente cupo e desolato .

Elizabeth Rodriguez Altamirano

14 giugno 2009

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

Filed under: Martina Bilancieri — artistico Buniva @ 20:50
Tags: ,

Questo romanzo narra la storia di una donna molto intelligente, spiritualmente libera, che ha provato prima del matrimonio il sesso, la passione, l’amore e l’attrazione mentale. 

Questa donna il cui nome é Connie , si sposerà con un uomo, sir. Chatterley; tra i due ci sarà molta intesa, un legame unico e molto forte. Ma questo cambierà quando il marito di Connie tornerà dalla guerra invalido, costretto su una sedia a rotelle; all’inizio il loro amore continua ad essere quello che era stato un tempo, anche perchè per entrambi il sesso non valeva molto, al contrario l’attrazione mentale era fondamentale; questo cambierà quando a Connie mancherà il piacere intimo che non può provare con il marito. Così la giovane donna riscoprirà la passione attraverso il tradimento, prima con un amico caro di suo marito e in seguito con il taglialegna; con quest’ultimo riscoprirà l’amore oltre alla passione. Connie decide di chiedere il divorzio per poter stare con il taglialegna, anche perchè da lui aspetta un bambino.

Questo libro anche se molto erotico l’ho trovato allo stesso tempo non volgare: descrive quei momenti di passione in modo poetico, dolce. Penso che Clifford, sir Chatterley, sia stato molto comprensivo nei confronti di Connie in fondo; al giorno d’oggi non so se un uomo disabile, senza possibilità di procreare, darebbe il permesso alla propria moglie di poter avere un figlio con un altro uomo; forse la motivazione per la quale lui le ha dato il permesso era perchè l’amava veramente tanto. Inoltre penso che sia stato molto coraggioso, anche se la sua fiducia e il suo coraggio non l’hanno ripagato come dovevano. Penso che per il tabù che c’era un tempo il passo di Clifford sia stato grande.

Martina Bilancieri

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY di David Herbert Lawrence

Filed under: Michela Lomi — artistico Buniva @ 18:58
Tags: ,

In questo romanzo, pubblicato a Firenze nel 1928, Lawrence cerca di descrivere l’amore da una prospettiva abbastanza insolita; in questo libro infatti il sentimento predominante è quello dell’amore passionale che nel momento in cui viene a mancare può raffreddare e rovinare per sempre un rapporto.
Connie, la protagonista, vive la storia di un amore infelice con Clifford, un uomo di prestigio, in quanto ha subito la mutilazione degli arti inferiori durante la guerra. Connie si sente in dovere di amare il compagno e di stargli vicino, ma per lei qualcosa è cambiato.

Si sente lontana, distaccata da colui che ha amato; sente che il loro rapporto è ormai divenuto freddo e distaccato in quanto non c’è più amore fisico e piacere nella relazione. Si sente come imprigionata in questa situazione ed avrebbe una gran voglia di evaderne. Anche Clifford, cosciente di tutto ciò, lascia che Connie vada per la sua strada, in cerca di quell’amore passionale e carnale che tanto desiderava.

Un giorno, camminando nella tenuta, la protagonista incontra un guardiacaccia, il quale riesce a farle provare delle emozioni tali per cui i due trascorreranno molto tempo insieme, regalandosi attimi di intensa intimità, descritti a fondo da Lawrence. Per i quali, questo libro verrà fortemente criticato e proibito in tutti i paesi di lingua inglese, per via dell’erotismo che l’autore ha deciso di rendere noto.

Dopo qualche tempo Lady Chatterley si accorge di essere rimasta incinta del suo amato Mellors e così decide di dedicare la sua vita a lui andando ad abitarvi insieme.

Penso che questo sia un buon libro, nonostante le sue scene forti e travolgenti; vi è come sfondo una storia passionale che trascina il lettore nel racconto tramite anche la sua scorrevolezza. Consiglierei questo libro anche alle persone più scettiche di fronte ad una scelta così impegnativa, in quanto il messaggio non è solo ed esclusivamente a sfondo sessuale ma vi è anche grande sentimento, voglia di libertà, di amare, anche di fronte ai pregiudizi delle persone, i quali a volte possono essere la causa del distacco di una coppia.

Michela Lomi

15 aprile 2009

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 21:16
Tags: ,

Questo libro racconta la storia di Connie, una ragazza di buona famiglia, sposata con un uomo partito per la guerra e tornato paralizzato.
Inizialmente Connie non fece caso al problema grave del marito, ma a lungo andare le mancava un rapporto fisico con lui.
Un giorno Connie andò a passeggiare e vicino ad un minierà e incontrò Mellors,un guardiacaccia,e subito tra di loro ci fu amore.
La donna in un viaggio rimarrà incinta e racconterà tutto al marito, che lascerà per trasferirsi a vivere con Mellors.
Questo libro l’ho trovato un po’ noioso.
Connie è una donna che cerca solo un po’ di felicità e che fortunatamente a lungo andare la troverà con Mellors.

Marta Piccato

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di Herbert Lawrence

Filed under: Carlotta Gaiara — artistico Buniva @ 10:58
Tags: ,

Costance Chatterley detta Connie, la protagonista, è la giovane moglie di sir Clifford, che fu ferito durante la prima guerra mondiale e rimase paralizzato  dalla vita in giù, su una sedia a rotelle; per questa paralisi rimase sessualmente impotente. Clifford riesce a farsene una ragione della propria condizione ma Connie no, perchè viveva una vita basata solo più sulla razionalità e sulla freddezza del loro rapporto. A Clifford, infatti, non manca solo l’uso di una parte del proprio corpo, ma gli manca soprattutto il calore e la capacità di comunicare con il cuore e i sensi. Connie, spinta dalla propria voglia vitale oltre che dal desiderio di diventare mamma, si avvicina al guardiacaccia Mellors, un uomo molto intelligente ma istintivo, che piano piano le apre un mondo di valori più naturali e autentici rispetto al suo mondo di prima. Tra i due si accende una passione forte, e Connie, superato il pregiudizio e lo scandalo sociale, si lascia trasportare da una relazione sessuale che diventa per lei la sua rinascita. Quando si accorge di aspettare un bambino dal suo amante, lascia il marito Clifford lasciando anche i privilegi della sua condizione sociale con lui, e va a vivere con il suo amato guardiacaccia.

Carlotta Gaiara

7 aprile 2009

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence.

Filed under: Deborah Laggiard — artistico Buniva @ 20:30
Tags: ,

 “L’amante di Lady Chatterley” fu scritto da Lawrence nei primi anni del Novecento, ma la sua pubblicazione fu proibita in tutti i paesi di lingua inglese dato il contenuto a sfondo sessuale. Lawrence fu definito infatti uno degli scrittori più originali di quell’epoca per il tanto scalpore che suscitò in ogni paese per i temi erotici di cui tratta questo romanzo.

La storia parla di Costance Chatterley una giovane donna sposata con un ricco signore, Clifford Chatterley che in seguito ad un incidente in guerra rimane paralizzato e costretto in sedia a rotelle.
Connie, anche se molto innamorata di lui , dentro di se ha come un forte senso di vuoto provocato dal desiderio fisico che Clifford, date le sue condizioni, non può colmare.

Così un giorno, passeggiando per la vasta proprietà, Clifford con molta tranquillità le dice di trovarsi un amante, visto che la vedeva afflitta e si sentiva in colpa per non poterla rendere completamente felice e darle tutto ciò di cui aveva bisogno.
In seguito Connie incontra Mellors, il suo guardiacaccia, di cui si invaghisce e che dopo poco tempo diventa il suo amante e la travolge di passione, rendendola felice come non lo era mai stata prima e pronta anche a scappare lontano da Wragby per stare insieme a lui.

È una storia interessante ed è stata una lettura scorrevole; inoltre penso che lo scrittore sia stato perfettamente capace di descrivere ogni sentimento dei personaggi con accuratezza e ogni scena, riuscendo a travolgere il lettore facendolo quasi “entrare” nel racconto come se lo si stesse vivendo, talmente riesce a catturarlo.

Penso anche che Lawrence abbia usato i temi erotici solo per rendere interessante la storia, ma ciò che vuole mostrare al lettore e raccontare sono i sentimenti della protagonista che, ritrovandosi con un marito sulla sedia a rotelle, non riesce a soddisfare i suoi desideri fisici e che è rapita da un sentimento di irrefrenabile passione che solo insieme ad un altro uomo riuscirebbe a placare.
Ormai la sua vita è diventata quasi priva di significato e monotona in ogni suo piccolo aspetto, perchè tutto è incentrato sul marito, che lei in ogni modo cerca di aiutare per non farlo sentire solo, continuando ad amarlo nonostante le sue condizioni che lo rendono incapace di essere completamente un uomo come era stato in precedenza.

In seguito incontrando Mellors lei si abbandona ad ogni senso di piacere sentendosi libera e spensierata nei momenti in cui riesce a sfuggire dalla sua categorica vita con Clifford, dove si sente prigioniera.

Per concludere devo dire che consiglierei questo libro ad ogni persona appassionata di qualsiasi genere letterario, perchè è una storia avvincente e ricca di emozioni, raccontata con particolare attenzione nei dialoghi e nelle descrizioni, che saprebbe rendere partecipe anche la persona più scettica riguardo ai romanzi di genere romantico.

Deborah Laggiard

 

13 marzo 2009

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David H. Lawrence

Filed under: Gaia Acquarone — artistico Buniva @ 12:07
Tags: ,

La vita di una donna dell’ottocento, Lady Chatterley e della sua profonda ricerca dell’amore in un ambiente aristocratico, in cui spesso il sentimento viene dimenticato e sorpassato dalla brama dell’importanza e della ricchezza.

Costretta ad una vita con pochi piaceri, ammalata e stanca, al fianco di uomo storpiato dalla guerra e rinchiuso nel suo fanatismo di popolarità. Una vita che le priva la possibilità di avere un figlio dal marito Clifford, dal quale presto si allontana sempre più, costruendosi un mondo suo nel quale evadere dalla vita monotona della grigia cittadina di Wragby.

Una fuga tra l’incantesimo dell’amore e del sesso che trasporterà la protagonista nel vortice delle emozioni più profonde dopo la conoscenza del guardiacaccia, un uomo non all’altezza del suo rango ma capace di riempirla intensamente di ciò che ella cervava da sempre con tanto ardore: l’amore per uomo capace di appagarla pienamente dandole quell’unica emozione che mai avrebbe potuto trovare con Clifford.

Un romanzo avvincente ove il sesso diventa il punto di contatto più profondo tra uomo e donna; il resto, tutto ciò che circonda la vita e l’uomo è pura sopravvivenza. Um libro ottocentesco ma capace di trasportarti nelle emozioni più profonde e nei pensieri della protagonista senza tralasciare nessuna emozione, nessun piacere, nessun desiderio che prende vita attraverso le pagine del romanzo.

Gaia Acquarone

1 febbraio 2009

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

Filed under: Sara Romagnoli — artistico Buniva @ 22:27
Tags: ,

L’amante di Lady Chatterley fu pubblicato intorno al 1926 e messo al bando poichè fu uno dei primi romanzi erotici, e nel ‘900 fece scandalo.
La storia è ambientata in Inghilterra, e parla di Connie, una donna senza unione coniugale, in cerca dell’amore e della libertà. Tuttavia decise di sposare un militare tornato paralizzato dalla guerra, poichè confuse la cultura con l’amore; ciò la portò al tradimento.
Con il passare del tempo Connie si innamorò di un guardiacaccia, divenne una donna diversa, cosicchè decise di lasciare il marito e avere un figlio con il nuovo amore. Alla fine Connie stabilì di andare ad abitare in una fattoria e vivere felice.

Secondo me Lawrence riesce a trasmettere molte emozioni tanto da non cadere mai nel banale, però le emozioni trasmesse in questo romanzo dipendono dal fatto che l’autore si sentiva solo.
La cosa che mi è piaciuta di meno di questo libro è il finale perchè sembra prestabilito che Connie abbia poco da scegliere, e non rispecchia i sentimenti trovati nel corso della lettura.
E’ un bellissimo libro e consiglio a tutti di leggerlo; scorrevole, e ogni frase è collegata all’altra senza alcun argomento fuori luogo.

Sara Romagnoli

27 dicembre 2008

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

Filed under: Sonia Revel — artistico Buniva @ 18:14
Tags: ,

Nel 1928 a Firenze, lo scrittore inglese David Herber Lawrence pubblica “ L’amante di Lady Chatterley”. Il romanzo, diventò da subito motivo di scandalo. Tramite il contenuto a volte volgare del romanzo, l’autore cerca di esprimere una visione nuova del mondo andando contro le classi medio alte della società inglese. I tre personaggi principali sono lo specchio di quel che è la loro persona, ma anche di quello che vorrebbe essere: Connie, la protagonista, vorrebbe una vita tutta sua, senza confini e piena di libertà; Mellors, un ex soldato e dopo guardiacaccia del bosco; Clifford, marito di Connie, paralitico sia fisicamente che moralmente, possiede una mentalità molto chiusa e grezza. Il rapporto tra la protagonista e il marito è complicato, la vita dei due si considera monotona, priva di passione e amore. Questo amore, privo di passione e contatto fisico.
La svolta per il romanzo e per l’autore, si ha dall’incontro tra Mellors e la protagonista: l’amore descritto dallo scrittore cambia volto: diventa amore fisico, carnale, come Connie non l’aveva mai provato prima. Questo è un romanzo intrigante, passionale, da vivere assieme ai protagonisti e da assaporare pagina dopo pagina; un racconto che riesce a coinvolgere il lettore e a fargli provare emozioni contrastanti fino alla conclusione.

Sonia Revel

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.