ROMANZI 2.0

18 giugno 2011

UNO, NESSUNO E CENTOMILA, di Luigi Pirandello

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 22:29
Tags: ,

Non essere per gli altri la persona che si è per se stessi, è ormai un dato di fatto per tutti. Vitangelo Moscarda lo scopre nel momento in cui la moglie, con ingenuità, gli descrive un piccolo difetto fisico che fino ad allora Vitangelo non aveva mai pensato di avere. Da questo momento per Vitangelo inizierà un percorso interiore che lo porterà a vivere nella pazzia.

Mille dubbi e mille domande da questo momento riempiranno la testa di Vitangelo e del lettore: una crisi esistenziale che rispecchierà il titolo “Uno, nessuno e centomila”.

Vitangelo passerà dal sentirsi unico per tutti, al sentirsi una nullità per il mondo ed infine a sentirsi centomila, un Vitangelo diverso per ogni persona con cui interagisce.

Pirandello tocca temi molto in voga anche oggi: la superficialità e l’importanza dell’ immagine, il conflitto tra essere e apparire, l’uniformarsi ad una società. Personalmente “Uno, nessuno e centomila” ha smosso in me un conflitto di pensieri e idee; l’ho trovato molto carino e di facile lettura ed ho apprezzato come ha scatenato tutta la vicenda interiore del protagonista.

Marta Piccato

Annunci

14 gennaio 2011

CIME TEMPESTOSE, di Emily Bronte

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 23:34
Tags: ,

“Cime tempestose” racconta la storia di due innamorati che fin da piccoli hanno vissuto insieme e con loro è cresciuto anche il loro amore.

Heatcliff parte per un periodo di tempo ed è proprio in quel periodo che Caterine mette da parte i sentimenti per Heatcliff e sposa Linton, un ricco signore. Heatcliff, tornato, sposa la sorella del signor Linton, per vendetta, dalla quale avrà un figlio; mentre Caterine muore subito dopo la nascita dalla figlia. Da questo episodio si snoda tutta la vicenda di vendetta di Heatcliff che obbligherà il figlio a sposare Cathy, la figlia di Caterine; soltanto alla fine del libro con la morte di Heatcliff e con il matrimonio di Cathy con Hadely si placheranno le vicende di questa famiglia.

“Cime tempestose” mi ha appassionato, con molta facilità sono arrivata fino alla fine. Il forte amore che Heatcliff prova per Caterine mi ha commosso, la sua voglia di riscattarsi di avere una seconda possibilità: ho trovato tutte questo emozionante. Ci fa capire come determinate decisoni influenzino tutta la nostra vita e quella degli altri.
Sicuramente uno dei libri che ho preferito leggere.

Marta Piccato

IL GRANDE GATSBY, di Francis Scott Fitzgerald

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 23:08
Tags: ,

Il grande Gatsby racconta la storia di Jay Gatsby che lasciò la famiglia quando era poco più di un ragazzino, con l’intento di fare successo e guadagnare, abbandonando le sue umili e povere origini.
Jay inizia a lavorare su uno yatch e quando inizierà la carriera militare conoscerà una ricca ragazza di cui si innamorerà. Poco dopo Jay sarà costretto a partire per la guerra salutando così la sua amata, e proprio in quel periodo lei si sposerà un ricco uomo. Jay ritornato in patria farà di tutto per riconquistarla. Si trasferirà a New York, dove vive Daisy, e inizierà a dare feste e divertirsi con la gente del posto, tra cui Nick, vicino di casa di Gatsby e narratore della storia. Gatsby e Daisy inizieranno una storia nell’ombra ma un inaspettato incidente movimenterà la città e sarà la fine di Gatsby.

Gatsby è un uomo che ha cercato di realizzare il suo sogno con scarsi risultati, ha cercato di vivere una vita con la sua amata Daisy che, intanto, era innamorata della ricchezza. Il personaggio di Gatsby mi è piaciuto perché ho apprezzato questo suo credere in se stesso cercando in tutte le maniere di raggiungere i suoi obbiettivi, al contrario di Daisy, un personaggio che non mi è piaciuto affatto: la tipica persona che rinnega i suoi sentimenti davanti ad una ricchezza che gli viene offerta sotto forma di matrimonio. Alla fine del libro ho provato molto dispiacere per Gatsby: il troppo amore per una donna viziata ha troncato la sua vita.

Marta Piccato

11 gennaio 2010

ORGOGLIO E PREGIUDIZIO, di Jane Austen

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 01:19
Tags: ,

Questo libro racconta la storia della famiglia Bennet.

La signora Bennet voleva solamente trovare un marito alle figlie, e la sua preferita era la più piccola della famiglia. Il signor Bennet privilegiava molto Elisabeth, frizzante ed intelligente. Un giorno vicino alla residenza Bennet arrivò il ricco Bingley, che si innamorò di Jane. Con il signor Bingley arrivò il signor Darcy, un uomo che appare superficialmente altezzoso. Darcy, nel mezzo di un ballo, si accorge che la famiglia Bennet non era all’altezza dell’ amico Bingley, così decide di far partire l’amico in modo da distaccarlo da Jane. Dopo alcuni mesi Elizabeth in viaggio incontra Darcy che le si dichiara innamorato. Un rifiuto categorico esce dalla bocca di Elizabeth ma dopo uno scambio epistolare con Darcy e dopo vari chiarimenti capisce di essere innamorata anche essa di lui. Ripensando sull’accaduto Bingley finalmente chiede la mano di Jane e dopo alcuni giorni anche Darcy si propone ad Elizabeth.

Questo libro mi è piaciuto davvero tanto.

Elisabeth si è fatta circuire dai pregiudizi contro Darcy: ancora oggi succedono cose così, ci fermiamo alla apparenze senza chiedere subito spiegazioni e/o conoscere i fatti in questione. Trovo che l’amore descritto tra Jane e Bingley fosse un amore puro, senza scopi economici, che considerando il tempo purtroppo era molto in uso. Anche Elisabeth, rifiutando un matrimonio di convenienza, ha lasciato spazio all’amore vero.

Il linguaggio scorrevole mi ha catturato in tanti punti, dovevo assolutamente sapere come sarebbe andato a finire, nonostante avessi già visto il film, il libro mi ha davvero coinvolto.

Sono stata soddisfatta da questa lettura, la consiglio moltissimo.

Marta Piccato

IL RITRATTO DI DORIAN GRAY, di Oscar Wilde

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 01:08
Tags: ,

Questo libro racconta la storia di un ragazzo che si lascia trasportare da racconti che riguardano la vita fatti dal suo amico lord Henry.

Dorian, il protagonista, guardando il suo ritratto che invecchia piano piano al suo posto, si accorge di non aver vissuto una vita giusta, morale. Un giorno tormentato dalle sua colpa si uccide. La storia di  Dorian Gray mi ha fatto capire che spesso le persone più vulnerabili si lasciano influenzare su tutto, anche su come vivere. Secondo me Dorian è stato vittima di se stesso.

Questo libro fa vedere cosa può succedere lasciandosi trasportare troppo dalle idee degli altri senza farsene una propria.

Marta Piccato

9 gennaio 2010

L’ISOLA DI ARTURO, di Elsa Morante

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 13:23
Tags: ,

“L’isola di Arturo” racconta la storia di un ragazzo che supera lentamente l’adolescenza.

Il padre, sempre in viaggio per lavoro, un giorno torna a casa con una nuova moglie. Da subito, soprafatto anche dalla gelosia, Arturo la odia e ogni occasione è buona per avere un litigio con lei. Dopo la nascita del figlio tra il padre e la nuova moglie, Arturo si sente completamente messo da parte e decide di scappare di casa e partire militare.

Mi è piaciuto come l’autrice ha reso bene i problemi che si possono creare quando un genitore si risposa. Arturo secondo me cerca soltanto l’attenzione di un padre che non è mai presente: ancora oggi ci sono situazioni simili.

Il libro è stato scorrevole da leggere, un po’ meno nella prima parte, ma il linguaggio molto semplice e le descrizioni dettagliate mi hanno fatto addentrare bene nella storia.

Marta Piccato

14 novembre 2009

L’AMICO RITROVATO, di Fred Uhlman

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 11:57
Tags: ,

Questo libro racconta la storia di due ragazzi che piano piano diventano amici nella Germania nazista. Sono due ragazzi di ceto sociale completamente diverso: Hans un ragazzino ebreo e Konradin un ragazzino aristocratico.

Tra i due nascerà un profonda amicizia sincera. I due ragazzi con l’avvento del nazismo verranno divisi, Hans verrà mandato in America, Konradin invece, rimasto in Germania, parteciperà all’uccisione di Hitler; in un secondo momento, Hans ricevendo una lettera con i caduti tedeschi ritroverà il nome del vecchio amico.

Questo libro mi è piaciuto molto, l’ho trovato scorrevole ed ho trovato molto interessanti la cose di cui parlava, non era il solito libro che trattava solo d’amicizia ma l’ affiancava a tematiche più serie. Non mi aspettavo finisse così ed, in un certo senso, sono stata fino alla fine col fiato sospeso. Mi è dispiaciuto molto per la morte di Konradin e che solo alla fine Hans si sia accorto della profonda amicizia tra i due; forse mi aspettavo un finale differente, nonostante questo consiglio vivamente di leggerlo.

Marta Piccato

LA RAGAZZA DI BUBE, di Carlo Cassola

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 11:47
Tags: ,

La protagonista del libro si chiama Mara ed è una giovane ragazza fidanzata appunto con Bube. Bube era un partigiano messo in mezzo a questioni politiche. Si trasferirà in Francia, senza Mara, li verrà arrestato e condannato. Per stare accanto a Bube, tornato dalla Francia, Mara rinuncia alla sua vecchia vita.

Questo libro mi ha fatto pensare ai sacrifici che si fanno, per dare aiuto agli altri. Ho trovato bello il gesto di Mara, che sperava in una nuova vita con Bube. Mi è piaciuto molto anche com’è scritto, abbastanza scorrevole.

Marta Piccato

11 novembre 2009

LA LUNA E I FALO’, di Cesare Pavese

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 23:22
Tags: ,

Racconta la storia di Anguilla, un ragazzo andato via di casa per cercar fortuna. Quando Anguilla, diventato adulto e ricco, torna a casa ed ha a che fare con gente importante del paese, si accorge che i soldi non gli hanno portato felicità. Insieme a Nuto, un suo amico che è rimasto lì a fare il contadino, riscoprirà  la sua vecchia vita. Andrà nella cascina dove viveva da piccolo, prima di andarsene, e lì conoscerà Cinto, un bambino che gli ricorderà se stesso da giovane. Per problemi col padre Cinto andrà a vivere con Anguilla, che si prenderà a cuore la sua educazione.

Di questo libro mi è piaciuto soprattutto il viaggio temporale che compie Anguilla tornando nei posti della sua infanzia; mi è sembrato come se facesse una riscoperta di se stesso, di quello che era. Mi è piaciuto molto anche come è scritto, non ho trovato difficoltà nel leggerlo.

Marta Piccato

5 settembre 2009

IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO, di Italo Calvino

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 12:32
Tags: ,

Questo libro racconta la storia di Pim, un ragazzino che si divertiva a fare dispetti a tutti. Lavora in una bottega, ma quando non è li va a perdere tempo in giro per la città.

Pim però viene rinchiuso in galera per il furto di una pistola, fatto ad un ufficiale tedesco, ma evade. Dopo essere tornato in città inizià a frequentare un gruppo di partigiani, che si raduna in casolare che verrà poi distrutto in un incendio. A Pim rimarrà un solo vero amico, “il cugino”, che però ucciderà la sorella di Pim, che si era alleata coi tedeschi.

Mi ha dato l’impressione che fin dall’inizio Pim cercasse una sua strada, un suo posto nel mondo, per questo stava spesso con persone più adulte di lui, e questo l’ ho trovato interessante. Mi è piaciuto, sia per gli argomenti, sia per il modo in cui questi argomenti sono stati trattati. Mi ha fatto molta tenerezza Pim, per tutti i problemi che ha avuto, nonostante la giovane età, e per la perdita della sorella.

Marta Piccato

14 giugno 2009

LA LETTERA SCARLATTA, di Nathaniel Hawtorne

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 18:52
Tags: ,

“La lettera scarlatta” racconta la storia di Hester una donna che dopo aver tradito il marito viene condannata ad una nuova vita, portando una lettera scarlatta sulla giacca.

Il marito di Hester dopo un lungo viaggio tornerà a casa; non molto conosciuto dalle gente del posto, deciderà di non rivelare la sua identità per scoprire l’amante della moglie. L’ amante di Hester però era un uomo di chiesa e da questa unione ne nasce una bambina: Pearl.

Questo romanzo è stato, a suo modo, difficile da leggere. Ho trovato pesante tutto ciò che Hester prova per tutto il libro, tutta la sofferenza che la sua tresca gli ha inflitto. Secondo me però a suo modo l’ ha fatta diventare una donna più matura.

Marta Piccato

31 maggio 2009

LA CASA IN COLLINA, di Cesare Pavese

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 14:33
Tags: ,

Questo libro raconta la storia di Corrado, un uomo che vive in una casa in collina con due donne. Corrado frequenta “Le fontane”, un osteria dove lavora un suo vecchio amore, Cate, con il figlio.
Quando nel paese dove vive arriverà la guerra, Corrado sarà costretto ad andare via e si rifugerà in un convento a Chieri portandosi anche il figlio di Cate, ma per la paura tornerà a casa lasciando che Dino, il figlio di Cate, parta alla ricerca della madre. Dopo la guerra Corrado inizierà a maturare e a prendere più coraggio.

In questo libro secondo me è rappresentato bene il tempo della guerra.

Corrado, il protagonista, è un uomo insicuro e immaturo, che secondo me matura con l’avanzare del libro.

Sicuramente è un libro che fa riflettere ma non è stato uno dei più belli che ho letto.

Marta Piccato

MADAME BOVARY, di Gustave Flaubert

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 14:11
Tags: ,

All’inizio del libro viene trattata la vita scolastica di Charles Bovary.
La prima parte del libro parla delle scuole inferiori, fino ad arrivare all’ università dove, per volere dei genitori, si specializzerà in medicina e, sempre per volere dei genitori, sposerà una donna benestante rimasta vedova.
La vita di Charles sarà molto monotona, fino a quando non incontrerà Emma, la figlia di un contadino, e se ne innamorerà. Quando la moglie morirà potrà finalmente sposare l’amata Emma.

Emma era una ragazzina cresciuta maturando idee tutte sue sull’amore e sognando una vita benestante, perciò credendo che la proposta di Charles potesse portarle cio che desiderava, lo sposò. Quando si accorse che in realtà l’uomo che aveva sposato era un uomo monotono e non molto ricco, iniziò delle relazioni con degli amanti e si indebitò, fino a quando non morì, senza raccontare niente al marito.

Quando il marito seppe ciò che la moglie aveva fatto, lentamente si lasciò morire, lasciando sola la figlia.

Questo libro mi ha suscitato dispiacere per i due matrimoni fallimentari di Charles e ho visto Emma come una persona un po’ egoista e troppo sognatrice. Il libro però mi è piaciuto abbastanza.

Marta Piccato

15 aprile 2009

L’AMANTE DI LADY CHATTERLEY, di David Herbert Lawrence

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 21:16
Tags: ,

Questo libro racconta la storia di Connie, una ragazza di buona famiglia, sposata con un uomo partito per la guerra e tornato paralizzato.
Inizialmente Connie non fece caso al problema grave del marito, ma a lungo andare le mancava un rapporto fisico con lui.
Un giorno Connie andò a passeggiare e vicino ad un minierà e incontrò Mellors,un guardiacaccia,e subito tra di loro ci fu amore.
La donna in un viaggio rimarrà incinta e racconterà tutto al marito, che lascerà per trasferirsi a vivere con Mellors.
Questo libro l’ho trovato un po’ noioso.
Connie è una donna che cerca solo un po’ di felicità e che fortunatamente a lungo andare la troverà con Mellors.

Marta Piccato

1 febbraio 2009

I MALAVOGLIA, di Giovanni Verga

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 19:01
Tags: ,

Questo romanzo narra la storia della famiglia Malavoglia che, disgrazia dopo disgrazia, va in rovina.
I personaggi principali sono appunto i Malavoglia: padron Ntoni, il figlio Bastianazzo, la moglie e i cinque figli.
La storia è basata tutta su brutte vicende, che arriveranno fino alla fine del libro.
Questo libro è stato carino leggerlo, anche se tutte queste disgrazie mi hanno fatto pensare; in un certo senso mi hanno un pò depresso.
Ho trovato comunque bello lo sforzo di Alessi nel riscattare la casa del nespolo anche se dopo tutto ciò che era successo è stato un pò inutile.
Il libro tutto sommato mi è piaciuto.

Marta Piccato

29 gennaio 2009

I PROMESSI SPOSI, di Alessandro Manzoni

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 00:49
Tags: ,

L’Italia del 1600.
Un amore che non riesce ad esprimersi al meglio, che non viene celebrato.
L’impedimento di un matrimonio, la divisione dei due protagonisti: Lucia, rapita dal “cattivo” della storia, don Rodrigo, infatuato della ragazza, e Renzo partito per Milano a chiedere giustizia.
L’ arrivo della peste colpirà i due innamorati e li farà ritrovare al lazzaretto a Milano.
Una storia sofferta, un’avventura intrecciata per i due innamorati che sembra non finire mai.
Quando ho letto questo libro ho capito l’ingiustizia nel pensare ai motivi che impedivano il matrimonio tra Renzo e Lucia. Un senso di sollievo mi è giunto quando, finalmente, i due protagonisti sono riusciti ad incontrarsi dopo varie difficoltà.
Sicuramente è un libro impegnativo ma penso che prima o poi tutti dovrebbero leggerlo.

Marta Piccato

IL FU MATTIA PASCAL, di Luigi Pirandello

Filed under: Marta Piccato — artistico Buniva @ 00:45
Tags: ,

Racconta la storia di un’uomo, Mattia, che, stressato dalla vita quotidiana, decide di partire e lasciare casa sua, grazie alla morte di un uomo in un fiume, in cui i famigliari lo riconosceranno.

Partirà e cambierà nome, si farà chiamare Adriano Meis e continuerà a viaggiare senza sentir nostalgia di casa.

Capirà di essere senza un’identità quando vorrà risposarsi con la ragazza amata ma non potrà perchè in realtà Adriano Meis non esiste. Allora tornerà a casa e si ripresenterà alla famiglia, che non lo riconoscerà più: la moglie si è risposata e gli amici non lo riconosceranno più.
Questo romanzo mi ha fatto davvero pensare: senza una carta su cui sta scritto il nostro nome non siamo davvero nessuno, e ciò mi intristisce.
Ho provato felicità quando Mattia scappato da casa sua è riuscito a reinnamorasi ed ha provato a reiniziare una vita. Ho davvero provato simpatia verso quest’uomo anche perchè non è facile fare come ha fatto lui, anche se ho trovato sbagliato il fatto che, avendo dei problemi in famiglia, non ne ha parlato con chi di dovere.

Marta Piccato

Blog su WordPress.com.