ROMANZI 2.0

15 dicembre 2016

IL FU MATTIA PASCAL, di Luigi Pirandello

Filed under: Mattia Bricco — artistico Buniva @ 11:58
Tags: ,

Essendo stato scritto e pubblicato intorno al 1900, ho trovato il linguaggio abbastanza complicato, per il fatto che nel frattempo la lingua si è evoluta e, al giorno d’oggi, non si parla più come si parlava a quel tempo.
Mattia Pascal mi è sembrato una persona che non avesse ancora trovato un posto nel mondo anche perché era rimasto orfano da giovane. Dopo essersi fidanzato ha cominciato a vivere una vita infelice e a fare un lavoro con il quale non guadagnava molto: il bibliotecario. Decise allora di cambiare completamente vita, scappò di casa e, considerato morto per un equivoco pubblicato dai giornali, cambiò anche identità, diventando Adriano Meis. Questo cambiamento di identità sottolinea il fatto che Mattia Pascal avesse davvero voglia di ricominciare tutto da capo. Riuscì a vincere al casinò un discreta somma di denaro che gli permise di continuare il suo viaggio ancora per un po’. Dopo aver fallito miseramente decise di tornare a casa, ma al suo ritorno trovò quella che era stata sua moglie, sposata con un altro con cui aveva anche avuto un bambino.
Mattia era un personaggio che aveva problemi nel farsi degli amici, non riusciva a legare con nessuno a causa della sua personalità chiusa; era una persona che non faceva dei piani ma prendeva la maggior parte delle sue decisioni sul momento.

Mattia Bricco

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.