ROMANZI 2.0

6 novembre 2016

IL NOSTRO AGENTE ALL’AVANA, di Graham Green

Filed under: Martino Re Vinti — artistico Buniva @ 18:43
Tags: ,

Il romanzo incomincia con il protagonista Jim Wormold  che ha dei problemi di soldi, visto che è stato piantato dalla moglie e ha una figlia diciottenne. Quest’ultima però inizia a creagli dei problemi, perché è molto esigente in beni materiali che la maggior parte delle volte non sono necessari. Lui vuole un mondo di bene sua figlia e quindi non riesce a negargli questi vizi. Di lavoro fa il venditore di aspirapolvere in un azienda. In un giorno come un altro entra nel suo solito bar per prendersi un drink e fa un inconsueto incontro: un signore che dice di appartenere ai servizi segreti britannici. Costui, dopo una chiacchierata nei bagni del locale con Wormold, decide di arruolarlo come sotto agente. Wormold all’inizio è un po’ scettico ma poi accetta, per via dei problemi economici.
E un libro a sbalzi: più si va avanti, più diventa complicato. Le trame spionistiche sono complicate e spesso con inevitabili equivoci. Il protagonista avendo la capacità di inventarsi storie false ma di renderle verosimili, e di riuscire ad accettare una simile situazione con i servizi segreti che gli entrano in casa, riesce ad essere un personaggio accattivante per tutti i fan di lettura umoristica.

Martino Re Vinti

Blog su WordPress.com.