ROMANZI 2.0

26 febbraio 2014

IL GRANDE GATSBY, di Francis Scott Fitzgerald

Filed under: Melissa Chiale — artistico Buniva @ 22:23
Tags: ,

La vicenda si svolge tra il 1800 ed il 1900 nel Midwest, negli Stati Uniti; è narrata da Nick Carraway, vicino di casa di Gatsby e suo amico.
Jay Gatsby, protagonista della storia, è un uomo alquanto solitario, un personaggio legato ai propri sogni, tra cui vi è il desiderio di riavere Daisy, una ragazza con la quale cominciò a provar sentimenti in passato. Nonostante la passione l’uno per l’altro, alcuni ostacoli separeranno i due, costringendoli a prendere strade differenti, non permettendogli di continuare la loro relazione.
L’amore che Gatsby prova per Daisy, però, non ha limite, anche se il marito di lei non permetterà di farla tornare da lui…
Ciò che ho trovato più evidenziato nel libro, in maniera forte, è stato il  modo di raccontare e descrivere una persona rifiutata e sola. Queste due parole sono strettamente associate alla personalità di Gatsby, che vedo come una “supplica silenziosa”.

Melissa Chiale

Annunci

2 febbraio 2014

CIME TEMPESTOSE, di Emily Brontë

Filed under: Melissa Chiale — artistico Buniva @ 00:13
Tags: ,

‘’Cime tempestose’’ è il nome della casa situata sulle colline dello Yorkshire dove  la vicenda si svolge attorno agli inizi dell’800. Il romanzo racconta e mette in evidenza i vari aspetti dei sentimenti, concentrandosi sulla storia tra Heatcliff e Catherine che, crescendo insieme, condividono emozioni, momenti e passioni fino ad arrivare all’innamorarsi l’uno dell’altra perdutamente. Tutto, o quasi, crolla dal momento in cui lei si sposa con Edgar Linton, innamorato anch’egli della ragazza. Il dolore e l’odio profondo di Heatcliff lo porteranno alla vendetta, sposando Isabella, sorella maggiore di Edgar. Ma non servirà a placare i mali. ”Mi degraderebbe ora sposare Heathcliff, così non saprà quanto lo amo, e non perchè sia bello, ma perchè lui è me più di me stessa. Di qualunque cosa siano fatte le nostre anime, la sua e la mia sono le stesse” : le forti parole di Catherina, l’amore per lui che dice di non volerla più,  faranno scappare l’uomo… senza però  aver udito la frase per intero.

Il continuo alternarsi, l’opporsi  dei sentimenti e il passare da emozioni forti e bellissime come l’amore, a qualcosa che fa male ed è pesante come l’odio, lasciano al lettore il desiderio di sapere cosa accadrà ai protagonisti: questo è ciò che un libro ben fatto deve fare.

Melissa Chiale

29 dicembre 2013

ORGOGLIO E PREGIUDIZIO, di Jane Austen

Filed under: Melissa Chiale — artistico Buniva @ 21:34
Tags: ,

La storia è ambientata alla fine del ‘700 in un contesto aristocratico inglese.
Si dedica a raccontare la vita sentimentale di tre sorelle: Elizabeth, Jane e Lydia Bennet. Lo scopo della madre è quello di far trovare marito alle figlie, ma tutto comincerà con l’arrivo del ricco Bangley, con la quale Jane, la primogenita, farà conoscenza. Il romanzo si concentra sulla storia tra Elizabeht e Darcy. Lui si dimostra fin troppo altezzoso e pieno d’orgoglio, nonostante ne sia innamorato. Le chiederà di sposarlo, ma i pregiudizi verso di lui la obbligheranno a rifiutare.
E’ un romanzo che fa notare alcune differenze tra la società dell’epoca e quella di oggi, concentrandosi sull’importanza economica che, a quei tempi, era fondamentale  E’ una situazione che si presenta tutt’oggi. La gente parla e si forma giudizi senza esser a conoscenza della verità. Una cosa che non mi aspettavo è il finale; il modo in cui lei si ricrede nei confronti di Darcy, quando scopre che fu lui a ritrovare Lydia, sorella di Elizabeth, e Wickham, che erano fuggiti.

Melissa Chiale

2 novembre 2013

UNO, NESSUNO E CENTOMILA di Luigi Pirandello

Filed under: Melissa Chiale — artistico Buniva @ 20:54
Tags: ,

Il romanzo narra la storia di Vitangelo Moscarda, un uomo normale come tanti altri e che sta bene con se stesso. Ben presto questo suo benessere terminerà grazie a critiche e pregiudizi, che hanno origine dalla moglie quando gli farà notare un difetto del suo naso. Tormentato dall’idea di essere diverso per gli altri a differenza di come si vede lui, deciderà di voler rivoluzionare la sua vita per far tacere i giudizi della gente. Ma questa “crisi esistenziale” lo porterà a comportarsi male e ad apparire peggio di ciò che si pensava.
E’ un romanzo toccante a livello psicologico, che porta chi legge a farsi continuamente domande e ricordare quanto l’apparire e l’immagine di se stessi, oggigiorno, siano più importanti della personalità e dell’essere di una persona. Inizialmente non trovavo legami tra il titolo e la storia, ma andando avanti mi son resa conto del significato, che descrive esattamente il protagonista, il quale inizierà col sentirsi uguale per se stesso e per tutti (Uno), per poi sentirsi inutile e senza personalità (Nessuno), fino ad arrivare a comportarsi diversamente con ogni persona che incontra ed avere così, tante personalità (Centomila). Siamo tutti differenti l’uno dall’altro e, per questo motivo, ci saranno sempre pregiudizi: questo è un dato di fatto.
Non essendo mai quello che si pensa di essere, a volte questo può suscitare in noi un senso di inferiorità o di superiorità che determinerà quello che non siamo veramente o che non vorremmo essere.

Melissa Chiale

Blog su WordPress.com.