ROMANZI 2.0

29 dicembre 2013

IL CAVALIERE INESISTENTE, di Italo Calvino

Filed under: Martina Bilancieri — artistico Buniva @ 22:08
Tags: ,

Questo libro fa parte della collana ‘’I nostri antenati’’. Narra la storia di Agiulfo, che è un cavaliere con armatura bianca, giusto e razionale ma inesistente. Egli è diventato cavaliere perché aveva salvato una ragazza pura, Sofronia, da una sicura violenza; questa avvenente impresa verrà messa in dubbio da Torrismondo in quanto si dichiara figlio di Sofronia. Così avviene la lunga avventura di Agiulfo che va alla ricerca di questa donna per riscattare il suo titolo di cavaliere; ad esso si aggiungono Rambaldo,  giovane  alle prime armi che vuole vendicare la morte del padre, e Bradamante, una donna cavaliere che ha salvato la vita a Rambaldo e per questa ragione ora lui è infatuato di lei. Bradamante si innamora molto presto del cavaliere inesistente perché incarna il cavaliere per eccellenza. Torrismondo troverà la sua presunta madre, ma non la riconoscerà e finirà per diventare il suo amante, venendo a conoscenza della vera parentela che li lega: essi infatti non sono madre e figlio ma nascono dal tradimento del re e dalla regina di Scozia, quindi possono continuare ad amarsi. A questo punto Agiulfo può venire scagionato da ogni accusa e riavere il suo titolo cavalleresco, ma prima di scoprirlo egli si dissolve nell’aria. Finisce così la storia del cavaliere inesistente.

E’ un libro caotico con diversi cambi di scena soprattutto nel mezzo della storia, dove vengono raccontati i due viaggi, uno di Agiulfo e l’altro di Torrismondo. Inoltre c’è un inseguimento di amori non corrisposti o non compresi ma che alla fine vengono ricambiati: infatti Bradamante alla fine cede a Rambaldo e Torrismondo e Sofronia sono liberi di amarsi. L’unico che viene abbandonato al proprio destino è il cavaliere inesistente, sarà un caso? Penso di no. Perché lui in realtà non è mai esistito: durante il suo viaggio ha interiorizzato un po’ più di umanità ma ciò che è meccanico ed è nato per essere soltanto guidato dalla ragione e dalla giustizia non potrà mai godersi a pieno quello che lo circonda come una persona umana che è miscuglio tra sentimento e ragione.

Martina Bilancieri

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: