ROMANZI 2.0

31 Mag 2009

IL LUPO DELLA STEPPA, di Hermann Hesse

Filed under: Alberto Periquet — artistico Buniva @ 14:16
Tags: ,

Harry Haller è il protagonista del racconto: un intellettuale cinquantenne che, prima della sua scomparsa, lascia un manoscritto in cui esprime il disagio per la sua duplice natura: l’umanità, che si manifesta con la nobiltà di pensiero, con l’amore per l’arte e la musica, e la bestialità, che invece si esplicita nell’odio per la superficialità e vacuità del mondo borghese. Da un lato vorrebbe abbandonarsi al mondo, dall’altra vorrebbe starne lontano.

A causa di questo difficile carattere, per questa sua consapevolezza di avere una “natura duplice”, per questa perenne lotta tra istinto e ragione, la sua vita non è facile. Il suo isolamento, la sua sofferenza lo rendono un uomo incapace di godere della propria vita e questo lo porta a pensare anche al suicidio. Ma in una trattoria conosce la seducente Erminia, che lo converte ai piaceri della vita trascurati sino a quel momento e a recuperare il tempo perduto. Il “teatro magico” in cui si svolge la fine del racconto vede Harry Haller uccidere la propria donna con una pugnalata al cuore proprio quando crede di aver recuperato la capacità di vivere e amare. Per questo delitto viene condannato alla vita eterna e costretto ad essere deriso dai grandi del passato che lo invitano ad imparare a cogliere il lato umoristico della vita, a imparare a ridere, anche di se stesso, piuttosto che dare eccessivo peso ai sentimenti, di qualunque natura essi siano.

Ho trovato questo romanzo affascinante e credo che il tema principale che vuole evidenziare l’autore Hesse sia l’isolamento del protagonista e l’incapacità di integrazione nella società. Ma ci sono dei momenti in cui quel mondo esterno lo attrae, lo incuriosisce. Ed ecco allora che la lotta tra i suoi due “io” riaffiora e sconvolge con lo scontro tra giusto e sbagliato. In questo terribile stato Haller non è nemmeno in grado di prendere decisioni risolute e definitive come il suicidio a cui comunque si avvicina. Ne è semplicemente annientato. Ho notato anche un’altro tema importante che è la doppia natura umana. In un unico corpo, infatti, coesistono l’essenza “umana”, che fa si che l’uomo si relazioni e costruisca rapporti sociali, e l’essenza “lupina”, che al contrario porta all’isolamento, alla chiusura in se stesso. 

Alberto Periquet

1 commento »

  1. Rielaborato da questo : http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080904020913AAdb2hS , e da quest’ altro: http://www.my-libraryblog.com/2008/01/05/il-lupo-della-steppa-hermann-hesse/
    Non copiato integralmente, ma quasi.
    Impara a leggerli i romanzi, così non funziona!
    3

    Commento di robertoferraris — 31 Mag 2009 @ 14:18 | Rispondi


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: